Il gatto bengalese, un peloso dall'aspetto selvaggio e dal cuore enorme

Due gatti bengala adulti

Il gatto bengala o gatto bengalese è un fantastico peloso. Il suo aspetto ricorda molto il leopardo; Tuttavia, non dobbiamo lasciarci ingannare dal suo aspetto fisico, poiché ha la personalità di un tenero e adorabile gatto domestico.

È una razza relativamente nuova, ma sta diventando sempre più popolare. Ed è quello, chi non vuole avere un leopardo in miniatura a casa? Impariamo di più su di lui.

Storia del gatto bengalese

Un gatto bengala adulto che riposa

Questo bellissimo gatto è emerso come un incrocio tra gatti domestici e selvatici, da quando è nato come un ibrido del gatto leopardo asiatico (Prionailurus bengalensis) e altre razze di gatti domestici: Ocicat, abissino, British Shorthair e Mau egiziano. Così è stato possibile avere un felino dall'aspetto selvaggio, ma con un carattere docile e amorevole.

Negli anni '40 c'erano già gatti del Bengala in Giappone, ma la razza non si sviluppò fino a 20-30 anni dopo, negli Stati Uniti, dove furono esposti per la prima volta nel 1985. Attirarono così tanta attenzione che furono presto riconosciuti come razza da l'International Cat Association (ICA).

Nonostante questo, ci sono associazioni, come la CFA, che non l'hanno accettata come razza perché non accetta ibridi. Solo i bengalesi di quarta generazione possono partecipare ai loro spettacoli con l'obiettivo di rendere più diluita la genetica selvaggia. Ma la verità è che ci sono allevatori che continuano a selezionare esemplari e incrociarli per migliorare la razza; e infatti oggi non è più necessario incrociare gatti leopardo con gatti domestici.

caratteristiche fisiche

Sparkler sul divano

Un gatto bengala sul divano

Il gatto bengalese È un animale di grandi dimensioni, che pesa fino a 9 kg nel caso del maschio e fino a 4 kg per la femmina. Il corpo è molto robusto e muscoloso, protetto da pelo corto, morbido e folto. La testa è ampia, arrotondata, con occhi verdi, orecchie piccole e una coda spessa e di media grandezza.

Secondo lo standard, è obbligatorio avere la punta della coda nera, l'addome screziato e le zampeIl mantello è solo tigrato e il colore di base può essere crema, oro, arancio, avorio, giallo o bianco.

Gatto bengala bianco

Gatto bengala bianco crogiolarsi al sole.

Immagine - Amolife.com

Ricordi molto le tigri albine, vero? Quel caratteristico aspetto felino, quell'atteggiamento di autosufficienza che adotta mentre prende il sole ... Il gatto bengala bianco è un bellissimo animale che diventerai presto il migliore amico di tutta la famiglia. Certo, dovresti sapere che essendo bianco devi evitare di essere esposto al re sole troppo a lungo, altrimenti a lungo termine potresti sviluppare il cancro della pelle.

Quanti anni può vivere un gatto bengalese o bengalese?

A condizione che tu riceva cure adeguate, può vivere perfettamente 9 e 15 anni. Certo, deve vivere in casa, poiché se lo lasciamo uscire, molto probabilmente la sua aspettativa di vita si ridurrà.

Come sta il personaggio?

Il gatto bengalese è un gatto molto speciale. È molto intelligente, amorevole e molto attivo. Gli piace giocare, esplorare, imparare cose nuove e stare con la sua famiglia.. Inoltre, è uno degli animali che sviluppa un forte legame con una sola persona, anche se arriva ad amare tutti gli umani della casa.

Gli piace saltare, arrampicarsi e, anche se sembra strano, nuotare, cosa che sa fare molto bene poiché è una qualità che ha ereditato dal gatto leopardo asiatico, che deve cacciare le sue prede nelle paludi.

Come prendersi cura di un gatto bengalese o bengalese?

Un gatto bengala a letto

Se decidi di vivere con un gatto del Bengala dovresti fornire le seguenti cure:

Alimentazione

Quando possibile, si consiglia vivamente di dare cibo naturaleO Yum Diet for Cats o Barf (con l'aiuto di un nutrizionista felino). È il cibo che tollererai meglio e quello che ti porterà i maggiori benefici, i principali sono i seguenti:

  • Capelli lucenti
  • Denti forti, sani e puliti
  • Buon umore
  • Crescita e sviluppo ottimali
  • Buona salute

Nel caso di non poter optare per questo tipo di dieta, un'ottima alternativa è fornire mangime che non contenga cereali o sottoprodotti, come Applaws, Orijen, Taste of the Wild, tra gli altri poiché questi non ti causeranno alcun problema. Certo, dovresti sapere che un sacco da 7 kg è costoso: può facilmente valere 40 euro, ma l'importo che dovrebbe essere dato è molto inferiore rispetto a un mangime più economico perché contiene molte più proteine ​​animali.

Esercitare

Il gatto bengalese è un gatto particolarmente attivo. Ha bisogno di essere giocato ogni giorno, più volte. Tre o quattro sessioni della durata di 10-15 minuti ti manterranno in forma e sarai molto più calmo e felice.

Può anche essere molto interessante insegnargli a camminare imbracatura. Se non sai come farlo, non preoccuparti. Sopra questo articolo Te lo spieghiamo.

Igiene

Un giovane gatto bengala

Dalla

Capelli va spazzolato una volta al giorno con un cartoncino o un pettine per rimuovere la pelliccia morta. Non è necessario bagnarlo. Durante la stagione della muta sarà consigliabile dare malto per evitare che si accumulino troppi peli sulla pancia.

occhi

Gli occhi possono essere puliti ogni 3-4 giorni utilizzando una garza pulita (una per occhio) inumidita con un infuso di camomilla.

orecchie

Le orecchie devono essere pulite una volta alla settimana con una garza pulita e un collirio prescritto dal veterinario. Dovresti aggiungere 1-2 gocce e pulire la parte più esterna di ciascun orecchio con la garza.

salute

Come ogni altro gatto, durante il primo anno di vita sarà necessario portarlo dal veterinario in modo da mettere il file vaccinazioni necessarie e di sterilizzandolo o sterilizzandolo se non intendi allevarlo.

A partire dall'anno e su base annuale, è altamente consigliabile riprenderlo per i colpi di richiamo e controllarlo per rilevare eventuali problemi.

Inoltre, ogni volta che sospetti di essere malato, dovrai consultare uno specialista per curarti.

Quanto vale un gatto bengala?

Un adorabile gattino bengala

Se vuoi davvero vivere con un gatto bengalese e pensi di essere pronto a fornire tutte le cure di cui avrà bisogno per tutta la vita, devi pensare che un cucciolo costa circa 1500 euro acquistato da un incubatoio.

foto

Sappiamo che ti piace, quindi terminiamo questo articolo allegando una galleria fotografica del gatto bengalese o bengalese:


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)