Tutto quello che devi sapere sulla filaria nei gatti

gatto siamese

Una delle malattie più terribili che il nostro amato felino potrebbe avere è la filariosi, meglio conosciuta come la dirofilaria che è causata dalla filaria. Sebbene sia più comune nei cani, non ci si deve fidare: si può trovare anche in altri animali, come il felino o anche nell'uomo.

È un problema di salute molto grave che può terminare con la morte dell'animale se non viene rilevato in tempo.

Cos'è la filariosi?

Gatto soriano arancione

Filariosi è una malattia causata dall'infestazione di una filaria adulta. La filaria è un parassita tondo e allungato, misura tra 12 e 15 cm se è maschio e tra 25 e 40 cm se è femmina. Vive nel cuore e nelle arterie polmonari dei suoi ospiti, dove si riproducono rapidamente provocando molto disagio e problemi all'animale.

Come vengono infettati i gatti?

La filaria può entrare troppo facilmente nell'organismo dei nostri animali pelosi. Usa le zanzare come ospiti intermedi, che deve mordere solo un animale malato e poi un altro, trasmettendo così la malattia.

Una volta che il parassita è riuscito a entrare nel corpo del gatto, viaggia verso il cuore attraverso il flusso sanguigno. Lì, alimenteranno e rilasceranno migliaia di microfilarie nel sangue, misurando tra 307 e 322 micron di lunghezza. Queste microfilarie sono ciò che le zanzare ingeriscono. Nell'insetto cresceranno fino alle dimensioni corrette. Alla fine, infetteranno un altro animale.

Come fai a sapere se hai la filariosi?

Gatto triste

Essendo un parassita che vive negli organi più importanti del corpo, come il cuore oi polmoni, il nostro amato gatto può presentare questi sintomi:

  • Problemi di respirazione
  • tachicardia
  • Tosse cronica
  • vomita
  • Perdita di peso e appetito
  • Suoni cardiaci e polmonari
  • Intolleranza all'esercizio

Se presenta uno o più sintomi, dovresti andare dal veterinario il prima possibile per esaminarlo e iniziare a trattarlo. Una diagnosi precoce è fondamentale affinché l'animale possa tornare a una vita normale.

Come viene diagnosticata

Nella clinica veterinaria o in ospedale, il professionista può fare una di queste cose:

  • Analisi del sangue.
  • Test antigenico (gli antigeni sono sostanze che, introdotte nell'organismo, inducono una risposta immunitaria, che provoca la formazione di anticorpi).
  • Radiografia del torace
  • Ecocardiografia
  • Elettrocardiografo

Qual è il trattamento?

Il trattamento consiste, in primo luogo, rimuovere le microfilarie con un farmaco antiparassitario orale; e infine 2 iniezioni endovenose (ogni 4 ore) vengono somministrate nell'arco di 12 giorni, anche con antiparassitario.

Quando l'animale è guarito, inizia a trattare per prevenire una possibile infezione.

Prevenzione della filariosi

Gatto protetto con antiparassitari naturali

La filariosi è una malattia grave che può essere prevenuto in modo molto semplice. Oggi abbiamo antiparassitari molto efficaci come Stronghold, Cardotek Plus e Program Plus, in vendita nelle cliniche veterinarie e nei negozi di prodotti animali. Sono un po 'più costosi di quelli convenzionali, ma bisogna tener conto che questi, oltre a proteggere dai soliti parassiti (pulci, zecche, acari), prevengono anche dall'infestazione di parassiti interni.

Delle tre, utilizzo le pipette Stronghold, non perché siano migliori (non avendo provato le altre, non posso commentarle), ma perché sono quelle che trovo le più veloci. 🙂 Una scatola con tre pipette vale 28 euro e sono efficaci per un mese. Sono posizionati proprio al centro del collo, dietro (la giunzione tra la testa e la schiena), e poi al gatto vengono dati alcuni baci per essersi comportato così bene.

Da quando li ho messi sul mio, non ho dovuto preoccuparmi di pulci, zecche o parassiti interni come la filaria. Sono calmi perché non sentono prurito, e lo sono anch'io.

Rischio di contagio della filariosi in Spagna

Per finire, allego questa mappa dove puoi vedere qual è il rischio di contagio da filariosi in Spagna. Come puoi vedere, a Huelva c'è il 36,7%, nel delta dell'Ebro tra il 26 e il 35,8%, a Ibiza il 38,7%, a Salamanca il 33,3% e nelle Isole Canarie oltre il 28%. Ciò non significa che nel resto delle comunità non ci sia bisogno di preoccuparsi di questa malattia, ma semplicemente che il rischio di contagio è inferiore. Tuttavia, è sempre meglio essere al sicuro, poiché la filariosi cardiopolmonare non è un problema che può essere preso alla leggera poiché, se non fai nulla, potrebbe causare la morte dell'animale.

Nel caso in cui sospetti che il tuo gatto stia male, consulta il tuo veterinario il prima possibile.

Vecchio gatto bianco

La filaria è un problema molto serio. Dipende da noi se il nostro amato gatto può riprendersi e continuare la sua vita con la sua famiglia, o se perde la battaglia. Scegliamo la prima opzione. 😉


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.