Come far accettare a un gatto un gattino

Il gatto può accettare il gattino senza problemi

Hai intenzione di far crescere la famiglia ma sei preoccupato che il tuo gatto non voglia il nuovo inquilino? Se è così, è normale. Ci sono sempre molti dubbi su come potrebbe reagire il peloso, ma la realtà è che non ci sono molti motivi per preoccuparsi.

Potresti non credermi ora, ma prova i consigli che ti darò in questo articolo, e in meno di quanto ti aspetti lo saprai come far accettare a un gatto un gattino.

Come impedire al gatto di rifiutare il nuovo gatto

Il gatto può accettare il gattino senza problemi

Se ti rendi conto che il gatto continua a rifiutare il nuovo gattino, è importante che tu prenda in considerazione alcune cose in modo che questo smetta di accadere e tu possa vivere tutti insieme felicemente. Sebbene sia vero che alcuni gatti e alcuni gatti accettano immediatamente i gattini, non è sempre così. Li vedono come un intruso nel loro branco e li rifiutano, quindi hanno bisogno di tempo per abituarsi al nuovo gatto, ma c'è anche la possibilità che non lo accetteranno mai come parte del loro branco.

Molto dipenderà da quanto è socievole il tuo gatto e soprattutto dalla sua età e da come si presenta al nuovo membro. Se è fatto correttamente seguendo i suggerimenti che ti diremo di seguito, è più probabile che avrai successo.

Sebbene il comportamento del gatto a volte possa essere difficile da capire, guardare i loro parenti selvaggi può offrire informazioni sul motivo per cui i gatti a volte hanno problemi a coesistere.

Perché a volte vengono rifiutati

Dobbiamo prima capire perché i gatti a volte rifiutano i nuovi gattini. I gatti domestici hanno i loro antenati gatti selvatici e il loro comportamento nei confronti di altri esseri della stessa specie ha molto a che fare con i gatti antenati. Gatti selvatici, come linci rosse, linci e servi, di solito sono animali solitari. Di giorno si nascondono nelle tane e di notte escono da soli per trovare cibo.

I gatti possono anche formare una colonia guidata da una gatta se ricevono cibo e non sentono il bisogno di cacciare per sopravvivere. I gatti maschi di solito lasciano la colonia quando crescono.

Questa gerarchia sociale è diversa da quella del gatto domestico medio. Questo perché i gatti domestici lo sono spesso sterilizzato e castrato, spesso non socializzano bene con altri gatti e vivono in un ambiente molto isolato lontano da altri gatti. Questo è ciò che può causare conflitto quando decidi di portare un nuovo gattino a casa tua.

I gatti selvatici di solito vivono in colonie di gatti geneticamente imparentati che nascono nella colonia. È raro che gatti non imparentati si accoppino e, quando lo fanno, di solito vivono alla periferia della colonia per diversi mesi prima di essere completamente accettati.

In questo senso, molto probabilmente dovrai dare al tuo gatto o gatto il tempo di accettare il nuovo gattino. Ma se il tuo gatto non ha socializzato prima dei 3 anni, potrebbe essere ancora più difficile per lei andare d'accordo con il nuovo membro. Per alcuni gatti, è meglio essere l'unico gatto o animale in una casa..

Come evitare il rigetto

I gatti sono molto territoriali

Quando parliamo di come far andare d'accordo due gatti, la prima cosa che diciamo è: sono animali molto territoriali, il che significa che hanno un forte istinto di proteggere il territorio. È qualcosa come quando una persona diventa molto gelosa delle proprie cose e non vuole che nessuno le tocchi, con la differenza che i gatti non si sentono gelosi, ma quello che fanno è proteggere ciò che è loro perché è quello che detta il loro istinto.

Ma quando porti a casa un gattino ... la situazione non è così complicata come se il nuovo gatto fosse un adulto. Il gatto, essendo un adulto e probabilmente essendo stato in casa tutta la sua vita, è sicuro che all'inizio si sentirà un po 'a disagio, ma Con il passare dei giorni, scoprirà di poter certamente continuare con la sua routine quotidiana, solo ora avrà un nuovo amico con cui giocare.. La domanda è: come presentarli?

Per evitare sorprese indesiderate, lo consiglio, Appena arrivi a casa, fai entrare il gattino nel trasportino con la porta chiusa e mettilo sul pavimento in modo che il gatto possa vederlo e annusarlo. Se lo vedi sbuffare e / o ringhiare, o se vuole "prenderlo a calci", è normale; quello che non devi fare è provare a graffiarlo o morderlo.

Dopo alcuni minuti, aprile la porta in modo che possa uscire se vuole. Non devi costringerlo. Nel caso in cui il gatto sia molto nervoso e visibilmente a disagio, dovresti portare il gattino in una stanza dove rimarrà per tre giorni.. In esso devi mettere il suo letto, la sua mangiatoia e bevitore e una sabbiera. Copri il letto con una coperta (o un tessuto, se fa caldo) e fai lo stesso con il letto del tuo gatto. Scambia la coperta / tessuto per loro il secondo e il terzo giorno per abituarli al profumo dell'altro.

Il quarto giorno porta il gattino fuori dalla stanza e lascialo in casa, ma non perderlo di vista.. In generale, quando un gatto non vuole sapere nulla del gattino, starà lontano da lui, ma non si fida. Se diventa molto nervosa, potrebbe attaccarti, quindi è importante non lasciarli mai soli.

Ciotole per il cibo

Devi assicurarti che il gattino abbia la sua mangiatoia e bevitore. Non dovrebbe essere nello stesso posto di quelli del tuo gatto o gatto. È meglio dar loro da mangiare in zone separate della casa in modo che il tuo gatto non tolga il suo istinto territoriale con il suo cibo e che in questo modo il gattino abbia la possibilità di mangiare senza problemi. Se necessario, farlo in stanze separate e con la porta chiusa.

Zone notte

Come per il cibo, anche le zone notte sono importanti. Devi fornire zone notte separate per entrambi i gatti. Non vuoi dare lo stesso letto a entrambi perché potrebbe essere un problema. Il tuo gatto o gatto più anziano è in possesso della zona notte e non vorrà che il nuovo membro la utilizzi senza il suo permesso.

Aree di osservazione

Il tuo gatto potrebbe voler evitare il nuovo membro e potrebbe essere aggressivo come ultima risorsa per mostrare antipatia. In modo che ciò non accada, permette al tuo gatto di avere un posto sicuro dove ritirarsi dal nuovo gattino e di sentirsi a suo agio con lui (e viceversa). Per fare questo, fornisci al tuo gatto più anziano un'area fuori dalla portata del gattino dove solo lui può andare.

Cassette per lettiera

È anche importante che tu abbia più lettiere che gatti. Ciò significa che se hai due gatti, devi avere tre lettiere. In questo modo non litigheranno mai per la lettiera e potrebbero persino avere la loro lettiera che useranno individualmente.

Uso di feromoni

Puoi acquistare spray, salviette o diffusori che contengono feromoni speciali felici e usarli per tutto il tempo necessario fino a quando non ti rendi conto di quanto i gatti si accettano l'un l'altro. Questi feromoni aiutano i gatti a sentirsi più rilassati e sicuri.

Coccole

Accarezza il tuo nuovo gatto e permetti anche al tuo gatto più anziano di annusarlo mentre gli dai da mangiare i suoi dolcetti preferiti. Questo insegnerai al tuo gatto che l'odore del nuovo gattino non è male. Nel tempo, il gatto più anziano potrebbe iniziare ad associare il profumo del gattino a uno stimolo positivo.

Separazione

Non permettere ai gatti di stare insieme senza la tua supervisione fino a quando non hanno avuto diverse interazioni dirette senza conflitti. Se non puoi controllare i gatti, dovranno essere separati in modo sicuro fino a quando non puoi supervisionarli direttamente.

Tranquillità a casa

A volte le cose più strane possono spaventare un nuovo gatto e fargli mostrare un'aggressività spostata nei confronti di un nuovo gattino. I gatti sono creature abitudinarie, quindi non fare grandi cambiamenti a casa quando si introduce il nuovo gattino. Ciò include cambiamenti come rinnovare la cucina, riunire molte persone a casa, ecc.

I combattimenti sono vietati

Anche se i gatti potrebbero voler combattere, non permettere al tuo gatto più anziano di ferirlo. Se temi che possa accadere, distrai i gatti con un forte applauso o uno spruzzo d'acqua. Se i tuoi gatti litigano, devi metterli da parte per un po 'e poi reintrodurli lentamente l'uno con l'altro per un periodo che va da diversi giorni a settimane.

I gattini sono animali sociali

Per aiutare il gatto ad accettarlo, consiglio di usarlo Feliway nel diffusore, che è un prodotto che aiuta i gatti a superare le situazioni di stress, rendendoli rilassati.

Sebbene il più comune sia che in pochi giorni il gatto abbia accettato il gattino, a volte capita che quello peloso costi un po 'di più. Con l'amore e l'occasionale lattina di mangime umido, sarai una famiglia felice.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

32 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Joan suddetto

    Abbiamo appena portato a casa un nuovo gattino, ma il mio gattino più grande le sibila, quindi come soluzione, le mettiamo del cibo (quello umido) ogni volta che portiamo il trasportino con il gatto dentro, lei sta lontano, ma ogni volta che io portala via. Lui mi segue, già accetta l'odore del gattino, proviamo a cambiarci molto spesso, e li portiamo nella stanza dell'altro in modo che si abitui all'odore, l'unica domanda che ho è quando dovrebbe Li presento senza barriere? Quando smette di sibilarti il ​​gatto più anziano?

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Joana.

      Quando vedrai che sbuffa molto meno che all'inizio, sarà un buon momento. Pensa che sbuffare lo farà sempre, a un certo punto. I miei gatti vanno d'accordo da anni e ogni tanto sbuffano. È naturale.

      Quindi, quando senti che sembra che si stiano accettando e che il gattino mostra interesse per il gatto, è consigliabile che si annusino l'un l'altro senza avere una barriera nel mezzo.

      Saluti.

    2.    Rachele suddetto

      Ciao,

      Abbiamo un gatto di 2 anni e due settimane fa abbiamo portato un gattino di 3 mesi, abbiamo cercato di applicare tutti i consigli per presentarli correttamente. Lo abbiamo in una stanza separata, ci siamo scambiati gli odori, lasciando che lui e il gatto vadano nella stanza dell'altro e con gli oggetti, mettiamo anche cibo umido dietro la porta in modo che lei lo associ a qualcosa di positivo e mettiamo i diffusori Feliway. Abbiamo messo il piccolo nel trasportatore per alcuni giorni in soggiorno in modo che possano vedere i loro volti e annusarsi a vicenda in sicurezza. Lei sbuffa, gli ringhia e cerca di dargli la gamba e la nostra domanda è se sia normale che dopo due settimane continui a non accettarlo e quando sarebbe conveniente aprire il trasporto, perché abbiamo paura che lei potrebbe farle qualcosa, dal momento che è molto fiducioso e non ne ha paura. Grazie.

      1.    Monica sanchez suddetto

        Ciao Rachel.

        Sì, è normale. E sicuramente le sbufferà contro più di una volta quando i due finalmente si animeranno in tutta la casa, per metterle dei `` limiti '' (ad esempio, quando non vuole giocare e il piccolo non smette di infastidirla) .

        Consiglierei di aspettare ancora una settimana, ma non molto di più. La cosa normale è che i cuccioli vengano accettati a breve. E io ti dico, se ci sono sbuffi o anche calci, non preoccuparti. Certo, non lasciarli soli i primi giorni ma cerca di continuare con la tua routine, che non c'è tensione nell'ambiente.

        Gioca con loro e dai loro del cibo che di solito non mangiano come ricompensa, a entrambi contemporaneamente. Vedrai come le cose miglioreranno a poco a poco.

        Coraggio!

        1.    Rachele suddetto

          Ciao Monica, grazie mille per la risposta. Alla fine abbiamo deciso di iniziare a cercare una casa per il nuovo gattino, visto che li abbiamo presentati e la reazione del gatto è stata pessima e avevamo paura che sarebbe finita molto, molto male. Sta iniziando a darci una piega ed è sempre stata molto calma ma con carattere e molto spaventosa (cattiva combinazione), quindi vedo una buona convivenza molto difficile a causa del suo carattere. È un peccato perché ci siamo affezionati al gatto e lui si è affezionato a noi, ma penso che per il suo bene e per quello del gatto sia la decisione migliore per entrambi. Grazie mille per il tuo lavoro. Saluti

          1.    Monica sanchez suddetto

            Ciao Rachel.

            Wow, mi dispiace. E non hai parlato con Laura Trillo? È una terapista per gatti, altamente raccomandata. O con Jordi Ferrés. Forse possono aiutarti.

            Bene, grazie per le tue parole. Saluti!


  2.   LUCIA CONTRARA suddetto

    Ciao, ho un gatto di 12 anni, e di recente abbiamo portato un gattino, ma quando li abbiamo presentati lei gli ha sbuffato e si è arrabbiata con noi, come se fosse risentita, e ogni volta che entra nella stanza dove il nuovo gattino è che, senza che lui sia lì, lei si arrabbia; Sono preoccupato che a causa della sua età, non voglio più accettarlo

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Lucia.

      Consiglio di tenerli separati per una stagione. Il tuo gatto di 12 anni è già "vecchio", e più i gatti sono grandi, più è difficile per loro accettare i nuovi arrivati, anche se sono cuccioli. Te lo dico per esperienza.

      Ma, con pazienza e affetto, possono essere tollerati. Tirati su.

  3.   tutto suddetto

    Ciao, come stai? Ho un gatto di 6 anni e un mese fa abbiamo portato un gattino di 45 giorni. Lo odia. A volte lo tollera e altre volte lo sbuffa e lo schiaffeggia, anche se non è una lotta violenta. Pensa di giocare e zero paura. Quello che mi preoccupa soprattutto è che si è allontanata da noi, mi sento offeso da lei, non dorme più nel letto o si lascia toccare a lungo. Lo spende da qualche parte nella casa dove il gattino non viene mai. Mi rattrista il fatto che sia triste e mi piacerebbe che si amassero e stessero con noi entrambi. Che cosa posso fare? Succederà? Grazie!!

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Toute.

      È normale che il gatto abbia cambiato un po 'il suo comportamento, non preoccuparti. Prima era sola, e ora deve condividere il suo territorio con un altro gattino.

      Molto probabilmente, finirà per accettarlo e sarà lo stesso di prima. Ma affinché ciò accada, ti consiglio di fare quanto segue:

      -Quando ne accarezzi uno, poi accarezza l'altro con la stessa mano. In questo modo passerai l'odore dall'uno all'altro, in modo che a poco a poco lo accetterà.
      -Gestite le leccornie per gatti (o mettete le mangiatoie nella stessa stanza ma un po 'separate), ad entrambi, in modo che mangino insieme.

      E tanto incoraggiamento!

  4.   Martin suddetto

    Ciao, grazie per le informazioni, ho 5 gattini orfani di due settimane, e ora ti presenterò i tre gatti di casa mia, spero che mi aiuterai anche a crescerli ahah, è più facile per loro accettare perché sono così piccoli o uguali li rifiuteranno?

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Martin.

      Più sono giovani, più è facile per loro accettarsi 🙂
      Non credo che tu abbia problemi.

      Saluti.

  5.   Marcos suddetto

    Ciao Monica, ho un persiano di 11 anni e un britannico di 6 mesi. All'inizio, il persiano si è comportato solo con sbuffi e ha tentato di artigliare. Con il passare del tempo credo abbia avuto a che fare con il vedere il cucciolo crescere ed essere grande quanto lei, sembra che tolleri qualcosa di più ma, come mi sembra, vede la bambina come se erano una minaccia, poiché quando cerca di avvicinarla, la più grande reagisce solo cercando di darle un piccolo tocco con la zampa, sbuffando e scappando. Stanno insieme da 4 mesi… è possibile che in futuro andranno d'accordo? ora sono piuttosto tollerati, si mangiano praticamente incollati.

    grazie

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Marcos.

      Sì, se mangiano bene insieme, possono finire per accettarsi e convivere senza problemi. Hanno solo bisogno di tempo.

      Ma ti dirò anche che, se qualcuno non viene castrato, è altamente raccomandato farlo in modo che sia più calmo.

      Saluti.

      1.    Luna suddetto

        Ciao
        Ho un gattino di 8 anni, da quando l'abbiamo adottata ha avuto un comportamento spaventoso con i membri della famiglia, a poco a poco si è adattata e ha lasciato alcuni membri ad amarla e ad accarezzarla ma improvvisamente è urañita con alcuni degli altri membri, vogliamo adottare un piccolo gattino per la mia figlia più piccola, perché purtroppo la gattina non si lascia amare da lei e mia figlia vuole tanto essere accarezzata e nutrirla, quindi stiamo pensando di adottare un altro bambino gattino, vorrei sapere se questo è conveniente a causa di come è urañita il nostro gattino di solito?

        1.    Monica sanchez suddetto

          Ciao Moon.

          Prima di adottare un altro gatto, è importante chiedersi se quelli che hai già saranno davvero in grado di accettarlo, perché in caso contrario sorgeranno problemi. Data la situazione attuale, non credo sia una buona idea.

          Inoltre, devi pensare che ogni gatto è diverso e ha una sua personalità. E dobbiamo rispettarlo.

          Saluti.

  6.   Colombo suddetto

    Ciao?
    Ho due gatti giovani sterilizzati, e beh, uno di loro vuole giocare con l'altro, ma il contrario, come lei non è mai stata con altri gatti, non vuole e si rincorrono (quasi come se combatteranno) .E avevo programmato di portare un gattino, e con i consigli che hanno insegnato, per poterlo integrare a casa. Ma temo, perché uno di loro, quello che non è mai stato con altri gatti, avrà stress o farà male al gattino.Portare un nuovo gattino per vedere se gioca?

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Colombo.

      sinceramente non ti consiglio. Il gatto che non vuole giocare potrebbe stressarsi e potrebbe anche arrabbiarsi con l'altro (quando ora lo tollererà sicuramente). Cioè, portare un altro gatto raffredderebbe molto di più il rapporto dei gatti che hai già e potrebbe persino complicarlo.

      Il mio consiglio è che tu sia quello che gioca con il gatto. È sicuramente un animale con molta energia, e ciò di cui ha bisogno è correre. Pertanto, con una semplice palla di carta stagnola puoi aiutarlo molto. Prendi la palla e lanciagliela per inseguirla (potrebbe non prenderla). Lo riprende e glielo lancia, così finché non si stanca.

      Saluti.

  7.   Paolo Aparicio suddetto

    Ciao! Abbiamo appena adottato un gattino di quasi 2 mesi e lo abbiamo portato a casa oggi, il mio gatto ha 4 anni e ha avuto una relazione con un altro gattino solo quando aveva la stessa età di quello che abbiamo appena portato. Il punto è che il mio gatto sibila molto e ringhia contro di lui... Gli ho fatto annusare e continua a sibilare ma quando ce l'ho o vado in un'altra stanza con lui, mi segue e non vuole perdere vista di lui. Gli porto la mano in modo che possa annusarlo e le prime 5 volte ha sbuffato ma ora gli sbuffa direttamente solo quando lo tengo vicino a lui o mi avvicino a lei. Il punto è che al mio gattino piace molto stare di fronte a una stufa che ho accanto al mio letto e dormire lì. Sono passate diverse ore e ho messo il gattino con me addormentato e ho acceso il riscaldamento per vedere se sarebbe venuta e non mi importava se il gatto era lì. È venuta più volte guardandolo in silenzio ma dopo un po' gli sbuffa, alla fine si è sistemata al suo posto e il gatto mi separa solo la gamba da lei e sembra che a lei non importi, ma se tengo il gatto in alto o minimamente lei lo vede da vicino, lui grugnisce e se ne va. Volevo sapere se con questo che ti ho detto potresti dirmi se è possibile che il mio gatto finisca per prendersi cura di lui o se ne dubiti. Gli sibila ma le piace tenerlo sotto controllo e sembra che se non lo vede direttamente, potrebbe essere vicino. Grazie

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao, Pablo.

      Penso che il gatto abbia bisogno che sia ora. I gatti sono animali territoriali, alcuni più di altri, e a volte possono volerci mesi per accettare un altro felino.
      Uno dei miei gatti ha passato 3 mesi a sniffare su uno, che a quel tempo era un gattino.

      Per ora, da quello che dici, le cose stanno andando bene. Ma questo, devi essere paziente.

      Coccola entrambi e ogni tanto il tuo cibo preferito, e poco a poco vedrai dei cambiamenti.

      Saluti.

  8.   Julia suddetto

    Salve, una settimana fa abbiamo portato una gattina di 2 mesi e la mia gatta di 9 anni non la accetta. L'abbiamo tenuta in una stanza separata e il mio gatto di 9 anni era molto interessato e miagolava molto per poter entrare nella stanza, ma quando li abbiamo presentati sbuffo e quando il gattino si avvicina a lei vuole picchiarla. Potrebbero essere in una stanza tranquilla, ma nel momento in cui ti avvicini un po' a lui, si arrabbia. Potrebbe essere passato così poco tempo da quando è arrivato?

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Julia.

      È normale che a volte sbuffino. Non preoccuparti.
      Ora ci vorranno alcuni giorni, o forse settimane, per testare i reciproci limiti.

      Fa parte del processo.

      Dai loro amore allo stesso modo e di tanto in tanto il loro cibo preferito. Vedrai come a poco a poco andranno, almeno, ad accettarsi.

      Saluti.

  9.   Agostino suddetto

    Ciao, ho un gatto di 4 anni, ieri ho portato un gattino di 4 mesi. Prima l'ho premuto nella sua gabbia, poi l'ho rilasciato ma quando ho visto che il mio gatto sibilava molto ed era nervoso, ho deciso di metterlo in una stanza separata con una lettiera, cibo e acqua. Quello che mi preoccupa è che il mio gatto è ancora arrabbiato con me e mio figlio. Ci sbuffa e temo che voglia attaccarci. È venuto a dormire con noi come al solito a letto, ma brontola tutto il tempo con grugniti. Mi avvicino e lui mi sbuffa. La nostra relazione può essere la stessa una volta che accetto il gattino? Lo accetterò un giorno

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Agostina.

      Uno dei miei gatti non ha dormito con me per tre mesi. Gli stessi che ci sono voluti per accettare un gattino che ho portato.

      È normale. Ci sono gatti che sono lenti ad accettare i nuovi arrivati. Il tuo almeno dorme con te, e questo è molto buono.

      Se ti avvicini e lui ti sbuffa, probabilmente è perché sente l'odore del gattino. Quindi non ti fischia davvero, se non al gatto. Per questo motivo, durante i primi giorni consiglio che quando finisci di accarezzare il piccolo, ti lavi le mani prima di toccare il gatto. Più tardi, quando è più calma, puoi accarezzare l'una e l'altra per scambiare gli odori.

      È inoltre consigliabile che il cibo per gatti speciale (lattine) nella stessa stanza. Questo li aiuterà ad accettare se stessi.

      Tirati su.

  10.   Alexandrina suddetto

    Ciao!!! Articolo molto buono. Vi dico che il mio gattino ha quasi 3 mesi, e ne ho adottato un altro che ha già 3 mesi. Il mio gatto è un gatto indipendente e non le piace molto essere disturbato, il nuovo gatto è molto pesante, le piacciono le carezze e giocare e starle sopra tutto il tempo. Ho fatto l'intero processo della presentazione e che una settimana fa sibilava molto, lo inseguiva per casa e il nuovo sapeva tutto senza prestarle attenzione e non poteva sopportarlo, ora non sbuffa più così molto e possono essere più o meno vicini tranquilli, mangiare vicino e così via. Ma iniziano a giocare e litigare, la nuova ha un gioco molto pesante e ogni tanto si butta su di lei e cerca di morderla e si mordono a vicenda, lei fa vedere che si arrabbia molto e io mi preoccupo per lei, se lei sta mangiando quello (nuovo) che vuole mangiare dal piatto in cui si trova, lo stesso succede se sta bevendo acqua. E mi stressa un po' il fatto che la infastidisca così e non so se sia normale. Il (nuovo) la attacca molto, è vero che alla fine lei gli va dietro ma molto di più, e litigano molto. E non so cosa fare o cosa pensare, o se a un certo punto andranno d'accordo o se possono ferirsi a vicenda. Grazie mille in anticipo.

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Alejandrina.

      Quindi hai un gatto con tanta, tantissima energia, come uno dei miei, che nonostante abbia 4 anni ha già bisogno delle sue sessioni di gioco quotidiane.
      Il mio consiglio è di giocarci due volte al giorno per circa 10 minuti. Puoi fare una pallina di foglio di alluminio, delle dimensioni di una pallina da golf, e lanciargliela addosso per andarci dietro. Questo ti renderà molto stanco e influenzerà il rapporto che avrai con l'altro gatto, poiché sarà più calmo.

      Col tempo saranno accettati e potrebbero diventare amici. Per ora, devi farlo, giocare con il piccolo in modo che il gattino si senta meglio.

      Saluti!

  11.   Xavier suddetto

    Buone tarde. Abbiamo una gattina sterilizzata di 1 anno e le abbiamo portato una gattina di 1 mese al momento non ce l'abbiamo in casa, la prendiamo e la portiamo da una casa all'altra a volte. Stiamo andando bene o dovremmo portarcelo dentro ora e passare del tempo insieme anche se il mio gatto lo schiaffeggia e si nasconde? Puoi condividere una lettiera??è che non abbiamo molto spazio ovunque vedo che ognuno deve avere il suo…..il mio gatto è molto nervoso e non si lascia prendere. Grazie in anticipo

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Javier.

      La cosa migliore è che ogni gatto ha la sua lettiera, in quanto sono molto territoriali e ne hanno bisogno uno per ciascuno.

      Ci sono gatti che hanno difficoltà ad accettare i nuovi arrivati, e altri meno. Ma per aiutarla, è consigliabile scambiare i suoi letti o coperte, così a poco a poco accetterà l'odore del gattino e smetterà di sibilare contro di lei.

      Comunque è normale che il gatto si comporti così. Col passare del tempo si abituerà.

      Saluti.

  12.   Cristina suddetto

    Ciao. Ho appena portato un gattino di 2 mesi e aveva 1 anno. In linea di massima lo ha accolto bene, all'inizio hanno giocato, leccato e dormito insieme. Ma poi il mio gatto ha iniziato con la diarrea e negli ultimi giorni ha vomitato e sta solo dormendo. Lascia che il gatto si avvicini ma non gioca più con lui e a volte lo lascia dormire accanto a lui e altre volte lo fa. Non so se è un problema fisico o il gatto non lo accetta. Potresti consigliarmi?

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Cristina.

      Il mio consiglio è di portare il gatto dal veterinario. Da quello che dici, è quasi certamente malata. Dubito fortemente che sia un problema di accettazione.

      Saluti.

  13.   Dana suddetto

    Hey.
    Ho un gatto siamese di 2 anni.
    Tornò a casa quando aveva 45 giorni e pensavamo davvero che non sarebbe sopravvissuto, perché era molto molto piccolo. Col tempo è diventato bello e grande. Lo trattiamo sempre in modo speciale e anche lui dorme con noi.
    Ci sono diversi gatti nella mia terra, ma lui accetta solo un gattino che è cresciuto con lui. Non gli piacciono i visitatori o altro. Solo i cani che abbiamo, va d'accordo con loro.
    10 giorni fa abbiamo portato una gattina di 2 mesi... ma non c'è nessun caso, non la ama, la odia! Il punto è che il siamese ha smesso di dormire con noi e se qualcosa è aperto esce fuori, cosa che raramente faceva.
    Mi manca, con noi è cambiato molto... non si lascia accarezzare, ringhia alla gattina con molta rabbia, e se può la attacca.
    Il problema è... l'accetterà prima o poi?
    Mi manca il mio soffice siamese... ma anche il gattino è molto attaccato. Quello che faccio?

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Dana.
      Ti consiglio di essere paziente, poiché i gatti sono molto territoriali e possono richiedere tempo per accettare nuovi membri della famiglia.

      Gioca con loro, dagli amore equamente e sicuramente prima o poi la situazione si calmerà.

      Saluti.