Tutto sul carattere territoriale dei gatti

Gatto all'ingresso di casa tua

I gatti sono molto territoriali. Anche quel peloso estremamente affettuoso e socievole è capace di difendere quei metri di terra che ritiene gli appartengano, può anche combattere se lo ritiene necessario. Questo è qualcosa che, quando è l'unico peloso in casa, di solito non causa alcun problema, né alcun problema grave, ma quando viene portato un secondo gatto la situazione si complica.

Per quello che siamo un nuovo membro della famiglia, per il nostro caro "vecchio" amico è un inquilino, un perfetto sconosciuto che sta invadendo la tua casa. Cambiare idea richiederà tempo e pazienza, a volte molta pazienza. Perché? Per rispondere a questa domanda, Vi racconterò tutto sul carattere territoriale dei gatti.

Cos'è il territorio felino e come è suddiviso?

I gatti hanno bisogno di spazio

Il territorio felino è un insieme di aree destinate a funzioni specifiche, che possono essere più o meno estese a seconda soprattutto dell'età del gatto e se è sterilizzato o meno. Queste aree sono:

  • Area attività: qui il gatto svolge le sue attività quotidiane: mangiare, giocare, liberarsi ... Quest'area è suddivisa in diversi spazi, in modo che ad esempio il mangiare sia separato dall'eliminare.
  • Zona di isolamento: usa quest'area per trascorrere del tempo da solo, per dormire o per allontanarsi da ciò che lo sta causando in quel momento Stress.
  • Zona di aggressione: qui il gatto può finire per attaccare se lo ritiene opportuno.

Queste tre aree sono collegate da sentieri, che il peloso sta formando dal primo giorno in cui esce. Non si rompono mai, a meno che la famiglia non si trasferisca o un altro gatto, più forte di lui, lo butti fuori dal territorio, cosa che accade tra i pelosi che vivono sempre per strada.

Di quanto spazio ha bisogno un gatto?

I gatti che non escono mai di casa hanno un territorio ben delimitato: la casa stessa; ma chi esce "domina" uno spazio molto più ampio. Questo spazio è maggiore nel caso di gatti maschi che non vengono castrati, poiché sono loro che vanno alla ricerca delle femmine. Anche i gatti non castrati sono abbastanza lontani (1 o 2 isolati), ma li troverai sempre vicini alla loro fonte di cibo.

Nel caso di quei gatti che sono sterilizzati, lo spazio di cui hanno bisogno è molto inferiore. In effetti, posso dirti che i maschi di solito non vanno a più di una strada di distanza e le femmine normalmente hanno un territorio di circa 400 o 500 m.

Come marchi il territorio?

Il gatto marca il suo territorio in diversi modi:

  • Con l'urina: su superfici verticali.
  • Con graffi: mobili, cuscini, ecc.
  • Sfregamento contro oggetti: ecco come si lasciano i feromoni facciali.

Hai maggiori informazioni su questo argomento qui.

Può essere evitato?

Non. Un gatto ha bisogno, per suo istinto, di marcare il suo territorio. Quello che possiamo fare è castrarlo prima che abbia calore, poiché in questo modo eviteremo che si segni di urina e, tra l'altro, di cucciolate indesiderate. È inoltre necessario che ti forniamo un raschietto (o più) in modo da poter mantenere gli artigli affilati.

Come possiamo aiutarti a sentirti più a tuo agio a casa?

Oltre a fornirti il ​​file cure di base, ci sono una serie di cose che dobbiamo fare per evitare spiacevoli sorprese e, per inciso, farlo sentire molto più a suo agio e felice con noi. Tenendo conto che il suo territorio è diviso in diverse zone, quello che dobbiamo fare è metti insieme acqua e cibo, ma lontano dalla sabbiera.

I suoi giocattoli, il tiragraffi e persino il suo letto devono essere in un'altra stanza in cui vive la famiglia. Ad esempio, la hall o il soggiorno. In questo modo può "cacciare", anche se artificialmente, perfezionando le sue tecniche di predatore felino.

Infine, è molto importante che tu abbia uno spazio dove puoi rilassarti. In questa stanza dovresti essere in grado di stare zitto, senza essere disturbato da nessuno.

Cosa fare quando il gatto è troppo territoriale

I gatti contrassegnano il loro territorio in vari modi

Chi di noi vive con i gatti sa che quella parte "selvaggia" dura sempre per loro, anche se ovviamente e con i consigli che ti abbiamo dato possono adattarsi molto bene alla casa e alla convivenza con la famiglia. Se fornisci riparo, cibo, acqua e tanto amore, il tuo gatto si sentirà benissimo intorno a te.

Ma le sue radici profonde gli fanno avere quel territorio felino che sembra proprio e che nessuno può oltrepassare. Nonostante sia un comportamento normale come abbiamo spiegato sopra, è importante tenere presente che se diventa un gatto troppo territoriale può portarci problemi, soprattutto se abbiamo più animali domestici o se intendiamo incorporarli nella nostra famiglia.

I limiti del territorio di un gatto selvatico o semi-libero

Il gatto domestico sa dove sono i suoi limiti (i muri di casa), ma gatti selvatici o gatti che vivono in semi-libertà possono espandere i propri confini come abbiamo commentato sopra. I fattori che rientrano negli ambiti territoriali degli atti dipendono soprattutto dalla loro fonte di alimentazione.

Un gatto vivrà vicino a dove ha cibo e acqua, così come se ci sono più gatti nelle vicinanze, specialmente quei gatti che cercano femmine da accoppiare. Normalmente, i gatti maschi tendono ad avere un territorio più ampio rispetto alle femmine ea volte possono condividere il territorio, ma di solito causa conflitti tra maschi non castrati nei periodi di caldo.

Quando il gatto marca il suo territorio?

Il gatto segna il suo territorio per gli altri e per se stesso. Così gli altri sapranno che questo è il loro territorio e, inoltre, è anche il riconoscimento di sé. Utilizza principalmente segni visivi e olfattivi: graffi, urina ...) Pertanto, un gatto domestico ha bisogno di un tiragraffi e in modo che il gatto maschio non faccia pipì dappertutto, è meglio castrarlo.

Funzioni dei segni nei gatti

I segni del gatto hanno diverse funzioni

È necessario saper interpretare i segni dei gatti, perché non sempre ha a che fare con la loro territorialità. Ci sono volte in cui questi marchi hanno un altro scopo che dovresti sapere:

  • Marchi territoriali, segnano la loro presenza in un luogo, come abbiamo spiegato in tutto l'articolo.
  • Segni di allarme. Si verifica quando il gatto si sente molto stressato per qualche motivo. Di solito è fatto con le sacche anali.
  • Segni di familiarizzazione o identificazione. Una parte del tuo corpo come la testa o la schiena viene solitamente massaggiata per lasciare l'odore su una persona o un oggetto che ritieni non abbia il tuo odore e che dovresti contrassegnarlo. Anche se puoi farlo anche semplicemente mostrando il tuo amore agli altri esseri.

Oltre ai segni sopra menzionati, un gatto può marcare il suo territorio anche in altri modi: attraverso la comunicazione tradizionale (uditiva: miagolio e fusa) e visiva (posizioni per marcare il potere come sdraiarsi sul dorso che mostra la pancia o le sue parti, anche lanciando un po 'di pipì sessuale).

Spero che tu abbia imparato molto sulla natura territoriale dei gatti.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Rocio Martinez suddetto

    Ciao. Mi trasferisco in un'altra città e voglio sapere come adattarla e non perdere il mio gatto. Ha 4 anni ed è castrato. Ho due cani barboncini con i quali vivo in amichevole armonia. Grazie Rocçio

    1.    Monica sanchez suddetto

      Ciao Rocio.
      Per prima cosa, metti una collana con una targhetta identificativa e il microchip, se non ce l'ha. Non sai mai cosa può succedere.
      Quindi, ti consiglio di tenerlo a casa per almeno 4 giorni (idealmente una settimana) senza uscire. Durante quel periodo imparerai che questo è il tuo posto sicuro, dove hai cibo, acqua e la tua famiglia.
      Quindi, se hai intenzione di farlo uscire, fallo a poco a poco. Prima lascialo guardare fuori dalla finestra chiusa, poi prendilo e portalo fuori, e infine lascialo andare da solo.
      In ogni caso, se vai in un'altra città, non è consigliabile che il gatto esca, poiché i pericoli sono molti.

      Se hai bisogno di consigli sul trasloco, ti invito a leggere questo articolo.

      Saluti.